Crea sito

LIVE Superbike, GP Argentina in DIRETTA: Rea trionfa anche in gara-2, Davies e Razgatlioglu sul podio. Solo 5° Bautista

22:05

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE



21.37 Kawasaki Racing Team vince anche il campionato dei costruttori grazie a questo successo grazie alla maggior costanza nell’arco del campionato. E’ tutto per questa Diretta Live, OA Sport vi augura una buona serata.

BANDIERA A SCACCHI. Ottantacinquesimo successo in Superbike per Rea che si porta a casa anche gara-2 dopo la superpole race. Stesso podio della mattina con il cambio di pilota in sella alla Ducati, Davies al posto di Bautista che finisce quinto. Settimo Laverty davanti al padrone di casa Mercado.

-1 Vola Jonathan Rea in solitaria, Davies e Razgatlioglu pronti a prendersi il podio davanti a Van der Mark. Bautista pare ormai tranquillo in quinta posizione, Lowes è ancora oltre il secondo da lui.

-2 Gara pazzesca per Eugene Laverty che sale in settima posizione dalla tredicesima casella. Ottima prova per l’irlandese. C’è ancora un secondo abbondante tra Bautista e Lowes, difficile pensare al sorpasso.

-3 Arriva anche Lowes! Bautista sta crollando giro dopo giro sempre di più! Davanti tutto congelato.

-4 C’è il sorpasso dell’olandese! Ora dietro allo spagnolo c’è Lowes che però è molto al limite per riuscire a prendere il pilota della Ducati.

-5 Sale a 2,7 il ritardo di Davies, si stanno delineando le posizioni tranne il duello Bautista – Van der Mark che è ormai accesissimo .

-6 Ci crede Davies, ma Rea non molla. Razgatlioglu tranquillamente terzo. Settimo intanto Michael Ruben Rinaldi.

-7 Si stabilizza il distacco tra i primi due ora, Van der Mark è a poco più di un secondo da Bautista.

-8 Anche il turco riesce a passare un Bautista in evidente crisi di gomma, mentre Davies fa segnare il record della pista in gara e si avvicina fortemente a Rea (2,4 s)

-9 Se ne va Davies, anche se Rea ormai ha 3 secondi di margine. Ora è Razgatlioglu a tallonare Bautista.

-10 E’ crollato Bautista, forse problemi di gomma, Davies è incollato e passa nel T4.

-11 Questo allungo del nordirlandese sembra quello decisivo, Bautista ora deve guardarsi le spalle dall’arrembante compagno che gli è alle costole.

-12 Nuovo allungo di Rea che non vuole restare a giocare, Razgatlioglu e Davies non mollano e, in coppia, si avvicinano allo spagnolo.

-13 Rea passa alla curva 7! Non ci sta a restare dietro! Spettacolo al San Juan VIllicum. Si ritira per un problema tecnico Tom Sykes.

-14 Ora è il centauro della Kawasaki a dover inseguire e studia Bautista. Il confronto tanto atteso è arrivato!

-15 Errore di Rea che finisce lungo e deve cedere la prima posizione allo spagnolo, si infiamma il duello!

-16 Grande gruppone tra il settimo posto di Lowes e il quattordicesimo di Torres. Davies si avvicina a Razgatlioglu e si porta a poco più di un secondo.

-17 Il secondo settore è la chiave per Bautista per cercare di rimanere attaccato alle code del rivale, ma il ritmo del pilota della Kawasaki è infernale.

-18 Il vantaggio del campione del mondo resta di circa un secondo, Melandri è nono dopo una buona partenza. Davies scatenato passa anche Cortese e si mette all’inseguimento di Razgatlioglu.

-19 Spazzola veramente molto Razgatlioglu e si stacca dallo spagnolo, bel duello tra Davies e Van der Mark che è costretto ad andare lungo dopo l’ingresso deciso del britannico della Ducati.

-20 Bautista reagisce però immediatamente e si infila subito su Toprak, da dietro Davies in piena lotta con le Yamaha. Rea prende qualche metro.

-21 Scattano molto bene Rea e Razgatlioglu che si infila davanti a Bautista. Ottima anche la partenza di Cortese che ha sorpreso entrambe le Yamaha di Lowes e Van der Mark.

21.00 SI SPENGONO I SEMAFORI. VERDE!! SI PARTE!

20.57 La safety car inizia il suo giro di controllo e schieramento, manca davvero poco al via.

20.55 Il nostro Marco Melandri scatta invece dodicesimo, un fine carriera piuttosto complicato dal punto di vista dei risultati per uno dei pilastri del recente passato azzurro.

20.52 Suona l’inno argentino di introduzione alla corsa. Temperature più basse rispetto a ieri e meno ventose di questa mattina, quindi certamente migliori per correre.

20.50 Dieci minuti al via!

20.47 Più in difficoltà in entrambe le precedenti manche sono stati infatti sia Leon Haslam, ormai prossimo all’addio in Kawasaki, e Tom Sykes, complice un tracciato non favorevole alla minor potenza della sua BMW

20.45 Seguiranno poi, in ordine, Davies, Lowes e Van Der Mark. Difficile ipotizzare che qualcun altro possa inserirsi nella lotta per il podio, per quanto visto fino a qui.

20.43 Ancora terzo e ancora lì a lottare con i due mostri sacri di questo campionato è il turco Razgatlioglu che si è già laureato miglior pilota della stagione in sella a una moto indipendente.

20.40 Grazie al risultato ottenuto sarà quindi il nordirlandese a scattare davanti in questo pomeriggio argentino. Il passo di Bautista è molto competitivo e potremmo anche assistere ad un vero corpo a corpo finale per decretare il vero re d’Argentina.

20.37 Situazione interessantissima quella che si è presentata in pista questo weekend, con Bautista a trionfare ieri e Rea a prendersi la rivincita nella superpole race odierna.

20.35 Buonasera, ci siamo al San Juan Villicum, è tutto pronto per gara-2 del GP d’Argentina della superbike.

Gli orari della giornataLa cronaca di gara-1

Buongiorno e ben ritrovati su OA Sport, pronti a seguire in Diretta Live gara-2 del GP di Argentina 2019 di superbike. Il penultimo round stagionale sta per chiudere i battenti e abbiamo visto qui a San Juan la rinascita dello spagnolo della Ducati Alvaro Bautista che fin dal venerdì è stato in totale confidenza e ieri si è concesso il lusso di tornare al successo in gara-1.

Il cinque volte campione del mondo della Kawasaki Jonathan Rea però non ci sta dopo la bruciante sconfitta patita nella prima manche e tenterà a tutti i costi di mettere i bastoni tra le ruote all’iberico per impedirgli di ritrovare completamente la confidenza che negli ultimi mesi era stata definitivamente persa. Al Villicum però tutti dovranno continuare a fare i conti anche con l’emergente turco Toprak Razgatlioglu che è definitivamente esploso in Francia e si sta lanciando nel migliore dei modi verso il prossimo anno dove vestirà la tuta Yamaha. La casa di Iwata ieri è restata appena fuori dal podio con Alex Lowes quarto e Michael Van der Mark quinto, e oggi mira a tornare nei primi 3.

Si parte alle 21:00 italiane, buon divertimento. 

michele.brugnara@oasport.it

Twitter: MickBrug

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo